L'un, due, tre, stella mortale di SQUID GAME | Netflix Italia



Immaginate di essere portati su un’isola e di dover combattere per la vostra vita in una serie di giochi mortali. Ora immaginate che tra questi giochi ci sia il più classico Un, due, tre, stella! Un dettaglio insignificante? Se vi muovete al momento sbagliato, siete morti!

#SerieNetflix #SquidGame #NetflixItalia

Seguici sempre su:
Netflix: https://www.netflix.com/
Netflix Italia su Instagram: https://www.instagram.com/netflixit/
Netflix Italia su Facebook: https://www.facebook.com/netflixitalia/
Netflix Italia su Twitter: https://twitter.com/NetflixIT

Iscriviti al canale YouTube di Netflix Italia: https://bit.ly/3989v8H

Le novità del mese su Netflix Italia: https://bit.ly/3f3RNqg

Se ti è piaciuto questo video guarda:
Il licenziamento EPICO di MORITZ in Come vendere droga online | Netflix Italia

DEVI si sfoga con la psicologa in Non ho mai: “Avrai una vita bellissima” | Netflix Italia

Elliot si unisce alla fsociety in MR. ROBOT | Netflix Italia

Benvenuti su Netflix Italia.
Su questo canale trovi i trailer delle tue serie e dei tuoi film preferiti, insieme ai riassunti delle serie, anteprime, backstage, interviste e molto altro.

L’un, due, tre, stella mortale di SQUID GAME | Netflix Italia
https://www.youtube.com/NetflixItalia

34 thoughts on “L'un, due, tre, stella mortale di SQUID GAME | Netflix Italia”

  1. Solo io ad un certo punto pensava che la bambola di sarebbe animata e avrebbe cominciato a menare tutti?
    Un po come ha fatto il gatto in quell'altro Survival Game.

    Reply
  2. Doppiato non renderebbe lo stesso effetto, perché in coreano la parola “eliminare” non ha il doppio significato di “uscire da una competizione” e “uccidere”: in italiano i giocatori avrebbero capito subito il doppio senso

    Reply
  3. Onestamente non so come definire questa serie, io la trovo interessante, anche se potevano dedicare più tempo a raccontare cosa si muove dietro ai giochi e sopratutto perché. È sicuramente una serie capace di tenerti incollato allo schermo e in una condizione di ansia/disperazione continua, forse perchè nella semplicità dei giochi ci rivediamo un po’ tutti da bambini.

    Reply

Leave a Comment